Benefici della Pet Therapy con bambini adottati e/o affidati

Recenti documentazioni sul lavoro svolto con animali, in particolar modo con i cani, hanno dimostrato come l’esigenza dell’uomo di entrare in relazione con quest’ultimi è strettamente collegata al principio di benessere psico-fisico. Se all’inizio, infatti, il rapporto uomo-animale era molto semplice, caratterizzato da un utilizzo prevalentemente pragmatico che rispondeva a bisogni elementari dell’uomo, quali la sopravvivenza e la sicurezza, ora ha raggiunto livelli di complessità elevati, caratterizzandosi per una dimensione che va alla ricerca del soddisfacimento di bisogni superiori come il bisogno di amore, di affetto e di legami interpersonali e si lega istintivamente all’attaccamento primario.

Quasi mezzo secolo fa,  Boris Levinson pubblicò l’articolo “the dog as cotherapist” (1962) e il libro Pet-oriented child psychotherapy (1969) che rappresentano l’avvio della terapia assistita dagli animali.

Nelle sue pubblicazioni, Levinson si rifece principalmente a una cultura intuitiva fondata sulle esperienze maturate direttamente sul campo nel lavoro con i bambini e il suo cane, nei setting di terapia. Riferì che i bambini sviluppano con estrema facilità dei sentimenti di “amore ed affetto” nei confronti di un cane e che hanno bisogno di coccole e compagnia.

Nell’ambito della psicologia  e del disagio infantile la pet-therapy  attiva diversi meccanismi quali:

  • la proiezione, ad esempio, è un meccanismo psicologico del bambino, attraverso il quale la persona può acquisire sicurezza e stabilità emozionale dal rapporto con un animale: il cane e il gatto diventano, quindi, strumenti con cui dominare situazioni di ansia e di paura che possono presentarsi soprattutto nelle fasi della crescita
  • l’identificazione, invece, permette di acquisire il senso della propria identità: il bambino riesce ad esprimere sentimenti che altrimenti non sarebbe in grado di esternare in maniera diretta. Il cane, infatti, viene impiegato dagli psicologi durante la terapia come specchio di identificazione.

Lo sviluppo sociale ed emotivo

Il più importante meccanismo d’azione del rapporto uomo-animale, e sul quale si basano gran parte delle applicazioni della Pet Therapy, è rappresentato dalla sfera affettivo-emozionale. Quanto maggiore è il legame emozionale della coppia animale-paziente, tanto più intensi possono essere i risultati positivi ottenibili.

Le emozioni rappresentano un’importante componente nel sentire e nel percepire se stessi, le persone, l’ambiente e gli oggetti.

L’emozione scaturita dalla presenza dell’animale è nello stesso tempo una risposta fisiologica, motivazionale e cognitiva, sempre accompagnata da una dimensione sia soggettiva che sociale. Il contesto emotivamente coinvolgente che la Pet Therapy permette di creare, offre una situazione di stimolo, alla persona coinvolta, tale da permettere alti livelli di prestazione e l’utilizzo delle capacità residue, che spesso in altri contesti terapeutici non si riesce ad avere, in quanto la motivazione è assente.

L’attaccamento

Offrendo sicurezza, protezione, consolazione, aiuto nella relazione, l’animale serve a rassicurare la persona a proposito del proprio valore, promuovendo la crescita cognitiva, l’indipendenza e l’autonomia. Il rapporto con un amico a quattro zampe favorisce l’acquisizione di un senso di responsabilità: un essere vivente che dipende da noi e dalle nostre cure per quasi tutte le funzioni vitali, esige una presa di coscienza dei nostri doveri.

Calma e tranquillità sono fondamentali per la buona riuscita di un intervento ed in modo particolare per la Pet Therapy, che richiede e propone calma e tempo, costanti assolutamente necessarie al rispetto delle esigenze di reazione e adattamento sia del soggetto che dell’animale.

Per avere una spontanea interazione tra uomo e animale, la stessa attenzione dedicata alle naturali disposizioni e caratteristiche della persona, viene adottata anche nei confronti degli animali utilizzati, non dimenticando che tutto il lavoro deve essere svolto nel pieno rispetto sia della persona che dei co-terapeuti.

Tutti gli operatori dell’associazione Fienile Animato Onlus sono conformi alle linee guida e hanno competenze nell’ambito psicologico ed educativo.

Per informazioni:
www.fienileanimato.it
info@fienileanimato.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.